Come eseguire correttamente uno Shampoo

Scegliere lo shampoo adatto ai tuoi capelli è importante tanto quanto saperlo utilizzare… Ebbene si, hai capito bene, esiste un modo giusto e uno sbagliato di usare lo shampoo sui capelli.

Vediamo insieme quale corrisponde al tuo tipo di capelli e come usarlo per ottimizzarne gli effetti.

Prima di tutto dobbiamo capire che tipo di capelli abbiamo:

  • Secchi o crespi: lo shampoo ideale è idratante, che contenga burro di karitè, glicerina, pantenolo… cioè sostanza altamente idratanti;
  • Sottili o radi: quando i capelli sono diradati, o molto fini, l’ideale è selezionare uno shampoo in grado di aumentare il volume senza però appesantirli;
  • Ricci o ondulati: in questo caso bisogna scegliere uno shampoo idratante che includa il silicone. Grazie a quest’ultimo infatti, i capelli non assorbono troppa umidità evitando di diventare crespi e al contempo restano morbidi ed elastici;
  • Spessi o voluminosi: se sei tra i fortunati ad avere i capelli grossi, usa uno shampoo che doni volume alle radici, ma non alle lunghezze e alle punte, e al tempo stesso che li mantenga idratati;
  • Secchi o danneggiati: in questo caso utilizza uno shampoo a base di cheratina, una sostanza in grado di riparare la struttura del capello, altamente idratante. Attenzione a scegliere uno shampoo che non contenga alcool, che li disidraterebbe ulteriormente peggiorandone la condizione;
  • Tinti: la chiave per mantenere in salute i capelli è usare uno shampoo alle vitamine. In particolare, vitamina A per preservare la brillantezza e Vitamina E per la durata del colore;
  • Grassi o trattati: i capelli grassi sono un segnale dal corpo, generalmente indicano il tentativo di riequilibrare un cuoio capelluto secco attraverso una maggiore produzione di sebo. Lo shampoo adatto in questo caso deve contenere olio di melaleuca;
  • Normali, senza caratteristiche particolari: se non ti identifichi in nessuna delle precedenti categorie, significa che i tuoi capelli sono essenzialmente normali, senza particolari esigenze. Puoi usare uno shampoo delicato, non troppo aggressivo, soprattutto se li lavi molto spesso, così da non danneggiare il loro rivestimento naturale. Ideale è lo shampoo al tè bianco.

 

Come si lavano correttamente i capelli?

PRIMA FASE:

Per sciogliere gli oli presenti e lo sporco, e soprattutto favorire l’apertura dei pori e delle cuticole, assicurati di bagnare bene i capelli. L’ideale è restare sotto l’acqua calda per almeno un minuto.

A questo punto, diminuiamo leggermente la temperatura dell’acqua, dobbiamo stare estremamente attenti a quest’ultima in quanto il cuoio capelluto risulta molto sensibile. Al contrario delle lunghezze e delle punte dei capelli che sopportano egregiamente l’acqua calda, le radici risentono maggiormente della variazione di temperatura.

 

SECONDA FASE:

Spremere la giusta quantità di shampoo, che, scritta in questo modo, sembra quasi banale no? Ma quanti di noi ne utilizza più di una “noce”??? Ecco, la giusta quantità non deve superare le dimensioni di una moneta da 50 centesimi, cioè circa una noce. In caso contrario, a meno che tu non abbia capelli incredibilmente lunghi o molto spessi (in questo caso puoi aggiungerne circa mezza dose), ne stai utilizzando troppo!!!

TERZA FASE:

A questo punto, emulsiona e fai diventare lo shampoo una schiuma massaggiando delicatamente il cuoio capelluto, trasferendola poi verso le lunghezze e infine sulle punte. Un’accortezza che puoi adottare se hai i capelli lunghi (oltre le spalle) e vuoi salvaguardare la salute delle punte, è di applicare il balsamo prima dello shampoo!!! Se lavi molto spesso i capelli, puoi anche diluire leggermente con dell’acqua lo shampoo.

Mentre massaggi il cuoio capelluto, compi dei movimenti delicati, possibilmente non circolari, ma muovendo i polpastrelli dall’alto verso il basso e viceversa.

Lascia agire 2 o 3 minuti prima di passare alla prossima fase.

 

QUARTA FASE:

Risciacqua con cura dalla radice alle punte i capelli utilizzando acqua fredda. Alla fine del lavaggio, i capelli devono stridere al contatto con le dita!!! È importante l’acqua fredda, al più tiepida, ma non calda in questa fase per ottenere maggiore brillantezza, sigillare le cuticole in modo che i capelli non rilascino l’umidità e le sostanze nutrienti che hanno assorbito. Una volta asciutti, avranno un aspetto sano e luminoso.

 

QUINTA FASE:

Applica il balsamo per proteggere i capelli massaggiandoli dalla metà delle lunghezze fino alle punte, ed in seguito risciacquali, sempre con acqua fredda.

Attenzione, se lo applichi su tutta la testa, risulteranno grassi e appesantiti, soprattutto alla radice.

 

A questo punto, dopo averli abbondantemente risciacquati, con un asciugamano morbido, tamponali per assorbire l’acqua in eccesso.

In seguito, se possibile, lasciali asciugare all’aria (è il modo migliore per evitare di danneggiarli seccandoli) oppure asciugali con un asciugacapelli a temperature non troppo elevate.